IARA - Italian Amateur Radio Astronomy

 ATTENZIONE: stiamo aggiornando il sito di IARA, ci vorrà un po' di tempo, vi preghiamo di pazientare un po' :)

icara2011

VIII° CONGRESSO NAZIONALE DI RADIOASTRONOMIA AMATORIALE

IARA - Italian Amateur Radio Astronomy e SdR Radioastronomia UAI con la collaborazione dell'Associazione astrofili Tethys organizzano VIII° Congresso Nazionale di Radio Astronomia Amatoriale che si terrà presso l'osservatorio di Cà del Monte a Cecima (PV) il 28 - 30 Ottobre 2011



PROGRAMMA

VENERDI' 28 OTTOBRE

21.00 Conferenza ad invito
I radiotelescopi dell'INAF per il monitoraggio dei detriti spaziali
Emma Salerno, ricercatrice radiotelescopi Medicina

SABATO 29 OTTOBRE

09.00 Registrazione partecipanti/inizio lavori
09.30 Tavola Rotonda

Didattica e Divulgazione
ruolo della radioastronomia nella cultura scolastica e scientifica

12.30 Pranzo presso Agriturismo Cà Del Monte
14.30 Tavola Rotonda

Radiosservazioni
programmare, acquisire ed analizzare dati

15.00 Accompagnatori attività 1

18.00 Conferenza ad invito
Il progetto SKA e la ricerca SETI
Stelio Montebugnoli, direttore radiotelescopi Medicina

20.00 Chiusura lavori

21:00 Cena sociale all'Agriturismo Cà de Figo

DOMENICA 30 OTTOBRE

10.00 Tavola Rotonda

Radiotecnica
cosa bisogna sapere e fare per effettuare una osservazione con successo

10.00 Accompagnatori attività 2
12.30 Fine dei lavori - Pausa pranzo
14.00 Osservazione del Sole e visita Planetario


SEDE DEL CONGRESSO

Quest'anno il Congresso si svolgerà presso l'Osservatorio Astronomico e Planetario "G.Giacomotti" di Cà Del Monte.
Osservatorio astronomico G. Giacomotti
Loc. Cà del Monte
Cecima (PV)
http://www.astrotethys.org/

 


COMUNICATO

icara2011aOspiti dell’Osservatorio Astronomico “G. Giacomotti”, a Cà del Monte, si è appena concluso ICARA 2011, l’VIII Congresso Nazionale di Radioastronomia Amatoriale. L’ottima organizzazione locale è stata curata dall’Associazione Astrofili Tethys, gestore del Planetario e dell’Osservatorio di Cà del Monte. Quest’anno il congresso ha avuto un vero e proprio ritorno alle origini dove, rispetto alle passate edizioni, si è preferita la formula della tavola rotonda, con discussioni aperte a tutti i partecipanti su 3 principali tematiche: il sabato mattina si è parlato di divulgazione e di didattica della radioastronomia, il sabato pomeriggio la discussione è stata imperniata sulle radio osservazioni ed infine la domenica mattina si è ampiamente discusso di tematiche tecniche, elettroniche e di radiofrequenza. All’interno di ICARA si sono anche svolte due conferenze pubbliche: il venerdì sera la radioastronoma Emma Salerno (Radiotelescopi di Medicina dell’INAF-IRA) ci ha parlato del problema dei detriti spaziali (sempre più attuale dopo gli ultimi avvenimenti sopra i nostri cieli) e di come essi vengono monitorati in Italia per mezzo dei radiotelescopi dell’INAF; il sabato sera la conferenza pubblica è stata tenuta dall’Ing. Stelio Montebugnoli, direttore dei Radiotelescopi di Medicina dell’INAF-IRA, sul progetto SETI (Search of Extra Terrestrial Intelligence) e sul futuro grande radiotelescopio SKA (Square Kilometer Array) con il quale tra qualche anno tutta la comunità radioastronomica mondiale potrà eseguire l’osservazione radio dell’Universo esplorando regioni finora poco conosciute. icara2011bI primi congressi di radioastronomia amatoriale italiana (quando ancora nemmeno li si chiamava ICARA) erano imperniati su un simile schema comunicativo ed hanno contribuito enormemente alla formazione di tanti radioastrofili che oggi nelle maniere più diverse animano varie attività lungo la nostra penisola. Tuttavia gli ultimi anni ci hanno visto organizzare congressi che trattavano tematiche di altissimo livello scientifico, sempre più vicine all’ambito professionale, comportando gradualmente un allontanamento della radioastronomia di ICARA dall’astrofilo che, ricordiamo, deve rimanere il protagonista delle nostre attività. Per questo serviva un coraggioso ritorno alle origini, con un congresso che ha visto prevalere la formula della discussione aperta, della collaborazione, dell’incentivare alcuni (pochi ma buoni) progetti di radioastronomia amatoriale che IARA e la SdR Radioastronomia UAI si sforzeranno di portare alla luce nei prossimi mesi. Un grazie di cuore va a tutti i congressisti che, nonostante le condizioni meteo non ideali, hanno partecipato ed animato le sessioni, ai conferenzieri Stelio Montebugnoli ed Emma Salerno per aver regalato ai presenti due importanti momenti di approfondimento scientifico e non possiamo dimenticare certo il gruppo Tethys, in particolare nelle persone di Massimo Rigoni e Fabrizio Barbaglia che si sono prodigati per la buona riuscita di questo evento.

Continuate a seguirci!

massima

Mailing List

[radio-astronomia] è la mailing-list italiana di Radioastronomia, nata per mettere in contatto gli appassionati a questa particolare branca dell'astronomia. La lista rappresenta ad oggi l'organo ufficiale di comunicazione di IARA, l'Italian Amateur Radio Astronomy.

Per iscriversi
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Accesso Area Riservata

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.