IARA - Italian Amateur Radio Astronomy

Ancora un successo per gli osservatori amatoriali di Pulsar. Recentemente, due radioamatori ben equipaggiati OE5JFL (Hannes) e I1NDP (Nando) rispettivamente con parabole di 7.2mt e 10mt  hanno osservato singoli impulsi "giganti" provenienti dalla pulsar del Granchio.
Questa sorgente si è originata da un'esplosione di supernova avvenuta nel 1054 che ha anche creato l'omonima nebulosa. Il termine"giganti" non deve trarre in inganno: si tratta di segnali debolissimi che per la prima volta sono stati ricevuti da osservatori non professionali.
La frequenza di osservazione è pari a 420MHz per Hannes e 1290MHz per Nando. La ricezione a due frequenze ha permesso di rivelare la diversa forma degli impulsi con durata di circa 2.5mS sulla frequenza più bassa e appena 0.3mS per la frequenza più alta. Questa differenza è riconducibile al  fenomeno dello "scattering" del mezzo interstellare.
Parliamo di eventi piuttosto rari, circa un impulso all'ora ricevuto da Hannes e uno ogni due ore ricevuto da Nando. 
Potrebbe sembrare impossibile separare sporadici e deboli segnali dalla moltitudine di disturbi  impulsivi a larga banda prodotti dall'uomo.
Cosa differenzia un impulso proveniente dall'accensione di un interruttore da quello proveniente dalla Pulsar a distanza di 6500 anni luce? Il segreto sta tutto nella "dispersione". L'impulso di disturbo locale arriva nel medesimo tempo su tutte le frequenze, quello della pulsar arriva in tempi separati ed in particolare con un ritardo maggiore al diminuire della frequenza.
Nella figura allegata si fa riferimento al setup di misura usato, formato da 2 ricevitori di banda 5MHz posti a 5MHz di distanza.
Si vede chiaramente come lo stesso impulso arrivi prima al ricevitore a frequenza  minore e che il ritardo misurato è pari a 30mS, esattamente quanto previsto.
Nel grafico sottostante è mostrato l'impulso totale formato dalla somma delle due componenti con opportuna traslazione temporale.
Il software di osservazione, è come negli altri casi presentati, fornito da me.
Andrea Dell'Immagine
Attachments:
Download this file (Crab_giant_pulse.PNG)Crab_giant_pulse.PNG68 kB
massima
pagina facebook
 

ICARA

Ogni anno IARA organizza ICARA, Italian Congress of Amateur Radio Astronomy. Questo congresso cambia sede ogni volta e viene realizzato con l'aiuto di associazioni o gruppi che lo ospitano.
logo icara

 

Mailing List

[radio-astronomia] è la mailing-list italiana di Radioastronomia, nata per mettere in contatto gli appassionati a questa particolare branca dell'astronomia. La lista rappresenta ad oggi l'organo ufficiale di comunicazione di IARA, l'Italian Amateur Radio Astronomy.

Per iscriversi
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Accesso Utenti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.